Premi

Spettacolo vincitore Premio Scenario per Ustica 2011

Laddove la quotidianità ha preso le sembianze della patologia, due piccoli giganti combattono una dolce e buffa battaglia per imparare a non fuggire dalla vita, usando le armi della poesia e dell’autoironia. Ma la struggente consapevolezza del limite, anziché spegnere desideri e speranze, diventa per loro il grimaldello con cui forzare la porta del futuro. Libertà è uscire dalla gabbia dorata di bugie protettive che impediscono di spiccare il volo a un’intera generazione. Due passi sono per varcare quella soglia: si chiamano amore e dignità, guadagnati sul campo da un Romeo e Giulietta in miniatura, che non hanno paura di dormire per finta e sognare per davvero quella vita a lieto fine di chi, suo malgrado, ha assaggiato la morte.
Motivazione della giuria composta da: Isabella Ragonese, Silvia Bottiroli, Claudia Cannella, Stefano Cipiciani, Cristina Valenti.

Spettacolo Vincitore Premio In-box 2012

Per la capacità di affrontare il tema della ricerca della felicità con un linguaggio al tempo stesso personale e universale, contemporaneo e popolare, in cui s’intrecciano fragilità e cinismo, determinazione, ironia e autoironia, disillusione e sogno, desiderio e commozione. Per la grazia surreale dei due interpreti, che anima la drammaturgia e la messa in scena con essenzialità e una mimica che a tratti lambisce la coreografia; per aver immaginato un luogo i cui limiti angusti sono costruiti solo per essere superati, mostrando la bellezza di ogni fuori.
Motivazione della giuria composta composta da Alessandro Bianchi, Silvia Bottiroli, Rodolfo Sacchettini, Cristina Ventrucci, Laura Croce, Giovanni Guerrieri, Andrea Nanni, Gianfranco Pedullà, Gilberto Santini, Loris Seghizzi e Fabrizio Trisciani.

Spettacolo Vincitore della 5° Edizione del Premio internazionale Teatro Nudo di Teresa Pomodoro -2013 – (http://www.nohma.it/?page_id=556)

La prestigiosa giuria è presieduta da Livia Pomodoro, con Eugenio Barba, Lev Dodin, Frédéric Flammand, Jonathan Mills, Lluís Pasqual e Luca Ronconi.